Allenare la creatività

Mi è sempre piaciuto disegnare e la fine del disegno divertente

Per molto tempo mi è piaciuto disegnare.
Sono sempre stata circondata da quadri e pennelli. Mia madre insegnante di educazione artistica, ora felicemente in pensione, non ci ha mai fatto mancare in giro per casa tele, tempere e colori. C’è stato il periodo dei colori ad olio, poi quello delle ceramiche, poi gli acquerelli, poi il trompe-l’oeil… insomma sono cresciuta tra l’odore di acquaragia e i cavalletti. Per un certo periodo, mossa dal senso di emulazione, ho disegnato e scarabocchiato anch’io, poi il nulla.
Le scuole medie prima e il il disegno tecnico del Liceo scientifico poi, hanno ufficialmente decretato la fine delle mie velleità artistiche.

Disegnare il niente

Quest’autunno, mossa dal desiderio di allenare la mia creatività e alla ricerca di nuovi stimoli, mi sono iscritta a due corsi: uno di disegno e l’altro di scrittura. Al corso di disegno ho partecipato una domenica di fine settembre, in occasione dello Scarabocchi Festival di Novara organizzato dalla rivista Doppiozero e dal Circolo dei lettori di Torino.

Disegnare il niente, Alessandro Bonaccorsi

Il laboratorio “Disegnare il niente”con Alessandro Bonaccorsi è stato dopo tanto tempo, un’occasione per riprendere in mano un pennarello per il solo gusto di disegnare.
Come dice il titolo stesso, abbiamo disegnato il niente: punti, linee, scarabocchi, disegni automatici, fogli bianchi, pagine di quotidiani, lavori di gruppo e individuali, con e senza musica…
Alessandro ci ha raccontato che le persone adulte tendono a bloccarsi e a disegnare sempre meno: “chi parla male continua, chi scrive male continua, chi disegna male, smette”.

La giornata è stata una piacevole occasione per mettere da parte la razionalità e concedersi ad una serie di esercizi e scarabocchi.

Ho imparato che è possibile slegare il disegno dall’idea di voto e dall’ansia del risultato e riscoperto che è ancora possibile disegnare per il puro piacere di disegnare senza pensare troppo se si è bravi o meno.
Lasciare semplicemente scivolare il pennarello sul foglio, riappropiandosi del proprio tempo è stato un modo semplice e liberatorio di allenare la creatività.

L’orchestra improvvisata di noi disegnatori

Per approfondire…
il Corso di Disegno Brutto con Alessandro Bonaccorsi

Iscriviti alla newsletter

Contenuti sulla comunicazione per il lusso (e non solo!). Quando ti iscrivi ricevi subito una piccola ma preziosa guida da scaricare: "Comunicare il lusso: ispirazioni e consigli strategici per business d'eccellenza"

Arianna Gambaro

Mi chiamo Arianna Gambaro e sono una consulente digitale per il settore luxury. Dal 2006 lavoro nel mondo web per fare emergere online la qualità dei prodotti e servizi dei miei clienti
Scopri come posso aiutare la tua attività